Pezzi brevi

Posted: September 29, 2012 in Poesia

W.H. Auden in Berlin, ph by Mark B. Anstendig



Pascal avrebbe dovuto provare sollievo, non paura,
                              [di fronte ai suoi spazi infiniti:
   il Tutto creato da Dio è così immenso
                        [che le stelle si scontrano di rado.

                                ***

Ahimè, le farfalle non si curano
di noi, ma i moscerini
purtroppo invece sì.

                               ***

Imprigionati a vita con noi stessi,
siamo costretti ad imparare come 
sopportarci l’un l’altro.

                               ***

La coscienza dovrebbe essere come
un salotto nel quale le parole
sono tutte azzimate e reticenti.

                              ***

Se tra loro c’è vera fratellanza,
gli uomini non cantano all’unisono:
cantano in armonia.

W.H. Auden, Pezzi brevi, da Grazie, Nebbia, Adelphi, 1974, Traduzione Alessandro Gallenzi



Advertisements
Comments
  1. UIFPW08 says:

    Non so se la fantasia supera la realta ma credo che queste siano parole vere.

  2. e come non potrebbe essere altrimenti?un cordiale saluto 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s