Archive for June, 2012

sguardi

Posted: June 30, 2012 in Arte, Pillole di Me
ph from web

Nascondo la bocca colma di parole
Per te particelle di frantumati pensieri 
Ma gli occhi nello sguardo rimangono
Legami in questa mia assenza
[myself]


i ferri del mestiere

Posted: June 30, 2012 in Uncategorized



[…]
Questo mestiere brucia
con rabbia primavere, tenerezze,
rifugi. Ciò che spargi è cenere:
guardo ora il viso di mia madre
seppellire quello assorto e immobile
di mio padre, senza cedere luce,
senza perderne traccia.
*
Per dirti ora, questa metrica che
misura l‟arsura. È come stare in
piedi nella morte, tra i cardini
di una porta;
e questa è la forza che mi conserva,
destino di chiodi e tiranti stesi
sul marmo dove mio padre riposa.
*
Dove più fresca bacia
i cancelli la luce
è solo acciaio e lance
affilate. Brusio di vespe tra le siepi,
miele nero nelle tasche.
*
La sete scomposta di precisione:

come provare misure sul muro,

da bambini. Non per la crescita ma

se mai siamo all’altezza della morte.

*
Da anni e pietre cresce una polvere
dura che deposita gli intonaci
negli stomaci ciechi dei braccianti.
Le bisce si fanno grumo di calce
smossa sotto alle assi, grida rauche
di un percorso segnato tra i filari.
Viene la mano che cava i bulbi
dalla terra e li scuote dal torpore:
lavori consueti, moniti chiari.


Io mi nascondo qui, a pochi passi
dalla selva di ortiche recise
dove si sente odore di fresco, di
fossi: ci separano
gli orti, i cumuli fragranti di fieno,
le botti scure, i tralci.
Si viene a vedere
ciò che dura nell’arsura.

Poesie di Andrea Ponso
tratte da “I ferri del mestiere” (Lo Specchio Junior 2011, Mondadori ed.)

sguardi oltre l’immagine [III]

Posted: June 29, 2012 in Arte, Prosa


Ho smesso di contare le volte in cui, arrivata alla seconda riga, ho cancellato e riscritto tutto nuovamente. Cercavo un inizio ad effetto, qualcosa di poetico e vero allo stesso tempo, qualcosa di grandioso, ma agli occhi. Non ci sono riuscita. Poi ho capito, ricordando ciò che non avevo mai saputo: che per i grandi cuori che muoiono nel corpo ma che continuano a battere nel respiro della notte, non ci sono canoni o bellezze regolari, armonie esteriori, ma tuoni e temporali devastanti che portano ad illuminare un fiore, nascosto, di struggente bellezza.

Frida Kahlo


sguardi oltre l’ immagine [II]

Posted: June 28, 2012 in Arte, Prosa
Diego Rivera, Ritratto di Frida Kalho


Nella saliva nella carta nell’eclisse. In tutte le linee in tutti i colori in tutti i boccali nel mio petto fuori, dentro nel calamaio – nelle difficoltà a scrivere nello stupore dei miei occhi nelle ultime lune del sole (il sole non ha lune) in tutto. Dire “in tutto” è stupido e magnifico.  Nella mia bocca nel mio cuore – nella mia follia – nel mio sogno nella carta assorbente – nella punta della penna nelle matite – nei paesaggi – nel cibo – nel metallo nell’immaginazione– nelle rotture – nei suoi pretesti nei suoi occhi – nella sua bocca nelle sue parole.

Frida Kahlo @ Diego Rivera







sguardi oltre l’ immagine [I]

Posted: June 27, 2012 in Arte, Prosa

 Picasso, Ritratto di Dora Maar, 1937, Parigi, Museo Picasso 


Ricordo gli anni della guerra in cui non siamo mai usciti da Parigi. Alle volte quando la notte era tranquilla salivamo sul tetto dell’atelier dei Grands-Augustins. Il coprifuoco restituiva la città all’oscurità e al silenzio delle sue origini. Mai come allora il nostro osservatorio ci era sembrato sospeso sull’abisso. Picasso fantasticava su viaggi da fare. L’America non lo incuriosiva – non aveva la mentalità di un globetrotter, lui. Per lui l’avventura si svolgeva tra le pareti del suo atelier. Ma la Spagna gli mancava atrocemente. 


Dora Maar







Lucia Schiano, Il fiume

un tempo mi disegnavi tempera/acquarelle/matita
un tempo mi coloravi  occhi/desiderio/sonno
un tempo mi chiamavi/mi vivevi/mi nutrivi
……………………………………..
un tempo c’era/e poi non c’e’ piu’!
[myselfwithout]


Omaggio in musica a Pasolini

Posted: June 25, 2012 in Poesia, Video

Musiche

Antonio Giacometti 

Mauro Montalbetti


Testo

Giovanni Peli


Trio Mauro Giuliani

Vincenzo Mastropirro flauti

Giambattista Ciliberti clarinetti, tenor sax

Antonino Maddonni chitarra


voci

Daniela Stanga

Lorenzo Ricci


qui il testo completo