Archive for January, 2012

SHALL WE DANCE?

Posted: January 27, 2012 in Uncategorized
Tango…
Passionale carnale sangue fluido
Che lega inganni parafrasi del cuore
In architettoniche geometrie dell’Eros


[Me Stessa]

Advertisements

The sound of music

Posted: January 24, 2012 in Video

Sshhhusshsoftsweetswooningnotesonlanguidlutepickedoutpainstakingonpianoyellowingkeyssoarmoremydovemyloveeawaygravediewhydoleavealone
Begin!

LA MIA LUNA

Posted: January 22, 2012 in Prosa, Schegge d'arte
Van Gogh, Notte stellata


Stasera mi sento  Selene. La luna sfarina la notte che lievita nera insonnia e sbriciola le stelle. Bagna pensieri instabili fasi lunari di una nascosta stabilità. Il mio colore è il bianco che s’avvolge nell’idealismo pietrificato delle lunari valli. La mia pietra è la perla negli abissi marini che meglio riflette i lunari raggi. Sono in perenne sospensione tra il visibile e l’invisibile. Vivo senza gravità, disconosco il sole.  


[Me Stessa]

CORTO MALTESE RECITA RIMBAUD

Posted: January 22, 2012 in Video

Parole…

Posted: January 20, 2012 in Schegge del pensiero

Quando le ferite si aprono vien  voglia di gridare il dolore! per te che inauditamente menti…mi viene in mente Eliot…e allora le parole si tendono si lacerano  e talora si spezzano sotto il peso  sotto la tensione. Incespicano scivolano muoiono. Imputridiscono per imprecisione.  Non vogliono stare al proprio posto non vogliono restare ferme…

[Myself]

 

Troppo tardi…

Posted: January 20, 2012 in Poesia
Eccoci finalmente nel giardino dei giardini
al quale giungemmo in sonno, ad ogni altro ignoto.
Presso il noce la neve attendevo,
sotto il pino la pioggia e il gelo.
E la magnolia ci abbracciava
sotto i caldi pergolati,
tra il sole tiepido la sua foglia 
sussurra vagiti d’amore
Li’ ti ho atteso
Li’ ora siamo
Il tempo si e’ fermato
Quando migrasti con il volo degli uccelli
Rifletti ormai, ti imbarazzo’ la pioggia
quando il cancello aperto ti recai.
Tu lo chiudesti.  Il tempo ti e’ sfuggito
quando migrai col volo degli uccelli.
Ingeborg Bachmann

Ingeborg Bachmann 

A vision of battlements

Posted: January 20, 2012 in Prosa
– What year would that be about?  Mr Bloom interpolated.
Can you recall the boats?
Our soi-distant sailor munched heavily awhile, hungrily, before answering.
– I’m tired of all them rocks in the sea, he said, and boats and ships.  Salt junk all the time.
Tired, seemingly, he ceased.

James Joyce, Ulysses